Vai al contenuto principale

VallE d'Aosta BOLLETTINO NEVE E VALANGHE

Inverno 2020-2021

La sedicesima edizione del rendiconto descrive l'andamento della stagione nivologica 2020/2021 che, caratterizzata da poca neve, tanto vento, anomalie termiche positive e negative ed un finale molto nevoso e freddo, in assoluto verrà ricordata per la presenza di diffusi e potenti strati deboli persistenti che hanno dato origine a valanghe nubiformi spettacolari.

Il periodo più critico della stagione scatta tra fine gennaio e inizio febbraio con una situazione previsionale davvero complessa e molte valanghe nubiformi inaspettate, anche sulla viabilità, soprattutto nelle zone con maggiore scarsità di neve. Il grado di pericolo valanghe 4-forte viene mantenuto in alcune zone per ben 7 giornate consecutive e le Commissioni locali valanghe sono impegnate, quasi giorno e notte, nelle attività di monitoraggio delle condizioni nivometeorologiche e di controllo della viabilità.

Nonostante l’inverno complessivamente poco nevoso ed un generale calo degli apporti, vengono censite 293 valanghe spontanee, di cui ben 171 solo nelle giornate del 28 e 29 gennaio, mentre 11 sono gli incidenti da valanga registrati in valle d’Aosta. In generale gli scialpinisti, così come i previsori valanghe e le commissioni locali valanghe, hanno dovuto confrontarsi con condizioni complicate da valutare a causa della presenza di strati deboli spessi e persistenti, non visibili dall’esterno e dunque pericolosi e difficili da comprendere e da evitare.

Copertina del rendiconto nivometereologico 2020-2021
Copertina del rendiconto nivometereologico 2020-2021